Nessun Dorma 2017, Tullia Benati. (ph. R. Cerè)

Tinissima 2, Tina Modotti incontra Nessun Dorma! a CartaBianca – VIDEO-

Con “Tinissima 2”, pezzo teatrale di e con Tullia Benati, la libreria bazzanese CartaBianca contribuisce a svelare uno dei personaggi femminili più oscurati del secolo scorso: Tina Modotti e lo fa durante l’edizione 2017 di Nessun Dorma durante la giornata contro la violenza sulle donne.

Fotografia in Rocca termina domenica 22 ottobre

Oggi, domenica 8 ottobre è un pomeriggio intenso per il Circolo Fotografico Bazzanese: alle 15:30 presenterà l’incontro con Elisabetta Rosso nelle Sala dei Giganti in Rocca e alle 17:00 parteciperà alla aperture della mostra fotografica del gruppo FB “Le Bellezze della Valsamoggia” in cui ha operato come selezionatore e supporto a Silvia Lelli.

Le 4 stagioni della Valsamoggia al Centro S. Teodoro

La mostra fotografica collettiva dei fotografi del gruppo FB “Le bellezze della Valsamoggia” ha trovato ospitalità nella sala espositiva del Centro S. Teodoro a Monteveglio in Valsamoggia (BO). Abbiamo intervistato la amministratrice del gruppo, Silvia Lelli, che ci ha presentato l’iniziativa che proseguirà fino al 5 novembre 2017.

Gerda Taro

Rivelazione su Gerda Taro: la rivista FV ci rivela il vero ospedale dove morì.

Sapevamo che la rivista Millecolline fosse letta, spesso, oltre il confine italiano (riceviamo molte mail in inglese, in spagnolo o portoghese) e siamo orgogliosi che l’articolo che abbiamo dedicato dedicato a Gerda Taro sia stato letto dai redattori di FV (Foto-Video Actualidad) e siamo orgogliosi della correzione che ci fanno sottolineando l’esito di una loro scoperta relativa al vero ospedale dove la Tarò trovò la morte il 26 luglio 1937.

dscf3039-1_dxo

Il Funerale della Saracca secondo Erdiola

Non è semplice trovare una giovane che scatta fotografie con una macchina fotografica; noi di Millecolline potevamo farcela scappare? Mentre stavo eseguendo le foto per documentare l’evento olivetano per antonomasia mi sono imbattuto spesso in una ragazza che, con una fotocamera e un obiettivo fisso (!) si buttava in mezzo alla calca e scattava.