copertina-millecolline-finale

MovieValley Bazzacinema 2017, la serata finale.

In questa serata si è conclusa la 6° edizione di Movievalley/Bazzacinema. E’ un peccato che il grande sforzo profuso dall’organizzazione di questa kermesse, quet’anno aperta a regie internazionali, sia così poco seguita dal pubblico locale (ma anche non…). Sembra che gli amanti del cinema che abitano da queste parti si sentano giustificati nel fare fughino quanto ci sono manifestazioni in cui i cortometraggi la fanno da padrone.

Backstage alla presentazione di Movievalley 2016. Ph. Ileana Bonvicini, 2016

Bazzacinema 2016. Ecco i finalisti di domenica 13 marzo

Bazzano in Valsamoggia (Bo). Ecco l’elenco dei finalisti di domenica 13 marzo ma prima vogliamo ricordarvi l’ appuntamento di giovedì “10 marzo al Cinemax, a ingresso gratuito, con il documentario “Volevo i capelli lunghi”  di Mario Monicelli  con Monicelli che racconta la sua sceneggiatura divenuta libro a fumetti, regia di Aurighi-Lombard-Tomassone, che saranno presenti. A seguire la proiezione del film di Luca Lucini “La donna della mia vita” con Stefania Sandrelli, Luca Argentero e Alessandro Gassman. La grande aspettativa è poi per domenica 13 marzo alle 14:30 sempre al Cinemax di Bazzano, ingresso gratuito, per la proiezione dei cortometraggi finalisti, arrivati da tutta italia, le premiazioni  del festival e del Gustacinema, sezione giovani chef, e sezione ristoratori Valsamoggia.

Ma ecco l’elenco dei registi e dei corti  arrivati in finale, dopo una lunga, attenta, quanto difficile  selezione (la qualità dei lavori arrivati è altissima!), da parte della giuria di preselezione. La giuria finale deciderà quali tra questi saranno i vincitori che saranno rivelati il 13 marzo”.

 

FINALISTI

Per la sezione fiction
La panda – di Angelo Sateriale
L’impresa – di Davide Labanti
A metà luce – di Anna gigante
Punto di vista – di Matteo Petrelli
Bellissima – di Alessandro Capitani
Il vizio – di Tommaso del Signore
My awesome sonorous life – Giordano Torreggiani
Il sarto dei tedeschi – di Antonio Losito e Cristiano Mori
Il trittico – di Mirco Bruzzesi
Scorciatoie – di Corrado Ceron
SK – Sonderkommando – di Nicola Ragone
Cratta – di Fausto Romano
00153 (RM) – di Laurence Mazzoni

Per la sezione animazione
La perla sotto i solchi dei giganti – di Valeria degli Agostini
Little barber shop of horrors – di Fry J Apocaloso
Una storia piccola – di Marco Martis e Paola Gaeta
Scroscio d’amore – di Maria Balzarelli

Testo virgolettato è di Maria Grazia Palmieri

 

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Anteprima in data 3 marzo 2016

MOVIEVALLEY  BAZZACINEMA 2016

FESTIVAL NAZIONALE DI CORTOMETRAGGI

— Quinta edizione–

Il film è donna: la figura femminile

da Federico Fellini a Pietro Germi a Mario Monicelli

Un effervescente concerto di musica da film con un’orchestra composta da 18 sax, la SaxBo del Conservatorio di Bologna, darà il via all’inaugurazione di Movievalley Bazzacinema Festival Nazionale di Cortometraggi che si svolgerà  sabato 5 marzo al Cinemax di Bazzano Valsamoggia alle ore 20:30 con ingresso gratuito, grazie al patrocinio di Multicinema Bazzano della famiglia Odorici. Dopo la coinvolgente musica dei sax, due brani di danza di The Swan Company, faranno da raccordo con la preziosa sfilata di abiti di alta moda vintage della collezione privata Masi F.M. cui si aggiungerà un abito da sposa  della stilista di Cavallo Spose di Bologna, disegnato e realizzato per l’occasione e dedicato ad una star del cinema, Anita Ekberg. Anche le acconciature saranno ideate per l’occasione dallo stilista di  Xenos Parrucchieri- Mob Salons, su ispirazione del tema dell’edizione:  “Il film è donna: la figura femminile da Fellini, a Germi a Monicelli”. Presenterà l’attrice Paola Piccioli. Dopo questo viaggio tra musica, danza e alta moda, seguirà un documentario presentato a Cannes dal titolo “Pietro Germi: il bravo, il buono, il cattivo” regia di Claudio Bondì, che sarà presente per un saluto al pubblico. Un brindisi per tutti concluderà la serata dell’inaugurazione.

FullSizeRender
In anteprima: un capo di alta moda vintage che potremo vedere indossato sabato 5 marzo

Ma altre iniziative comporranno il cartellone di MVB 2016 che si protrarrà sino al 13 marzo, ideato e organizzato da Maria Grazia Palmieri insieme al Gustacinema, anch’esso alla quinta edizione e già in corso, entrambi supportati dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna.

Domenica 6 marzo Albergo Alla Rocca di Bazzano ore 17  inaugurazione della mostra  aperta al pubblico,  dal titolo “La pubblicità è donna” -collezione Attilio Montorsi- affascinanti immagini che vanno dall’ inizio  del 1900 sino agli  anni ’40. Alle ore  18:00 sempre all’Albergo Alla Rocca si svolgerà l’originale incontro “Calici di sapore calici di sapere” organizzato dall’Associazione junghiana Temenos, una conversazione con  degustazione di vini della Cantina Bonfiglio ad ingresso Gratuito (sino ad esaurimento posti). Relatore il docente  universitario Michele Oldani, sociologo, della psicoterapeuta e psicoanalista.

Giovedì 10 marzo  Cinemax, ore 20:30, ingresso gratuito e proiezione del documentario breve “Volevo i capelli lunghi” di Mario Monicelli  con Monicelli, sulla sua omonima sceneggiatura, regia di Stefano Aurighi, Davide Lombardi e Paolo Tomassone, che saranno presenti per un saluto al pubblico.  A seguire: film “La donna della mia vita” di Luca Lucini, con   Stefania Sandrelli, Alessandro Gassman e Luca Argentero, brindisi offerto ai presenti. Ingresso gratuito.

Domenica 13 marzo, infine ecome ogni anno, dato che il cuore di Movievalley Bazzacinema è il concorso nazionale di cortometraggi, l’edizione di quest’anno si chiuderà iniziando alle 14:30 con la proiezione dei finalisti 2016 al Cinemax di Bazzano, con ingresso gratuito. Quest’anno le categorie sono fiction e animazione, i premi saranno attribuiti al migliore di entrambe; un buono d’acquisto per prodotti bio di Natura Sì per 500 euro, ma sarà assegnato anche  il Premio Fellini al corto finalista più originale e innovativo, il Premio della Giuria al personaggio femminile meglio sceneggiato, una targa di riconoscimento in ricordo dello scenografo e artista Gino Pellegrini, alla migliore scenografia. Una persona del pubblico, con un piccolo gioco, potrà vincere un soggiorno di tre giorni, due notti con colazione e una visita ai reperti romani, a Nimes, splendida città del sud della Francia, offerto da Office de Tourisme e des Congres de Nimes. 

Inoltre sarà premiato il giovane chef  Miltan Masha dell’Alberghiero Scappi d Castel San Pietro, sede coordinata di Casalecchio di Reno, che ha vinto il Gustacinema 2016, nella disfida del 28 febbraio combattuta con entusiasmo con altri due colleghi, Rakaj Endri dell’ Alberghiero Tonino Guerra di Cervia, Joyce Sophie Spadaro dell’Alberghiero Artusi di Riolo Terme.

Tra gli ospiti di domenica 13 marzo in prima battuta due signore, per restare legati al tema del festival:  l’attrice Elena Radonicich  protagonista del film pluripremiato “Banat” (Luisa Spagnoli, Olivetti, Italo ecc.) l’affermata giornalista della Mondadori  oggi blogger famosa Gloria Brolatti. E ancora l’attore belga Sean Talo e gli attori  italiani e beniamini del festival, Gaetano Bruno, Enrico Roccaforte, il conduttore  Daniele Giorgi, il giovane attore e regista Salvatore Sclafani.

Maria Grazia Palmieri  

patrocini: Regione Emilia Romagna- Comune Valsamoggia -Cineteca di Bologna- Dams Università di Bologna Corso di laurea di Cinema Televisione Prodotti Multimediali-   Museo Il Mondo di Tonino Guerra- FICE (Federazione Italiana Cinema d’Essai) AEHT (Association Européenne des Écoles d’Hôtellerie et de Tourisme – European Association of Hotel and Tourism schools).

 

 

Le locandine della manifestazione le trovate in APPUNTAMENTI della nostra rivista.

Un momento di Gustacinema 2015. Ph. Ronberto Cerè.

Movievalley 2016, si inizia con il Gustacinema

Disfida tra cuochi e ristoranti a tema cinematografico

Di Maria Grazia Palmieri

GUSTACINEMA – Quinta edizione –  28 febbraio/12 marzo 2016

Torna la 5a edizione di  Gustacinema, evento che unisce il cibo al cinema, con un originale connubio. L’evento  nato a latere di MovieValley Bazzacinema, Festival Nazionale di Cortometraggi, entrambi ideati e organizzati da Maria Grazia Palmieri, prende quest’anno un’ identità tutta sua e si propone con due filoni: la disfida-cooking show con tre giovani cuochi e la gara tra ristoratori. Il Gustacinema  si svolgerà di nuovo in Valsamoggia, tra due località, Bazzano e Monteveglio, e prenderà avvio Domenica  28 febbraio alle 17 alla prestigiosa Tenuta Santa Croce. Anche quest’anno la tenuta ospiterà la  disfida domenicale tra giovani cuochi, che in questa quinta edizione provengono da tre Istituti Alberghieri della nostra regione: il Tonino Guerra di Cervia, l’Artusi di Riolo Terme, lo Scappi di Castel S.Pietro. Il tema che i giovani talenti della cucina, capitanati da uno chef interno all’Istituto, dovranno seguire, per creare i loro piatti, sarà  la figura femminile, vista dall’occhio artistico, visionario, ironico, ed intenso, di tre grandi del cinema: Fellini, Germi e Monicelli.  L’emozionante confronto si svolgerà di fronte ad una giuria costituita da giornalisti ed esperti ed al pubblico, il cui accesso è gratuito. E come gradevole novità, un fortunato tra i presenti, rispondendo ad una domanda relativa al Gustacinema, potrà vincere anche un fine settimana per due persone, di due notti a Nimes, bellissima città della Francia del sud, e una visita ai monumenti romani, offerto da  Office de Tourisme e des Congres de Nimes.

Un momento di Gustacinema 2015. Ph. Ronberto Cerè.
Un momento di Gustacinema 2015. Ph. Ronberto Cerè.

Ma torniamo alla disfida: Quest’anno i giovani cuochi provenienti dai tre Istituti alberghieri emiliano romagnoli,  realizzeranno di fronte al pubblico un antipasto ed un primo che sarà anche piatto unico. L’Alberghiero Tonino Guerra di Cervia, proporrà “Suprema di pollo e gamberi alla “Volpina” con misticanza d’erbe e asparagi” E come primo piatto, “Cappelletto al formaggio di fossa con battuta di maiale bianchetto di pineta, e le sue verdure”. L’ispirazione? Federico Fellini e il suo Amarcord. L’Alberghiero Artusi di Riolo Terme, proporrà un involtino “Fegatini e topini” ispirato al film Cari Fottutissimi Amici di Monicelli e, come primo piatto, una zuppa “Colazione di castagne” ispirata al film Le Fate, con un episodio di Monicelli. Quanto all’alberghiero di Castel San Pietro, sta ultimando l’elaborazione delle sue proposte, che dalle indiscrezioni, sappiamo essere molto interessanti. La giuria di giornalisti ed esperti decreterà il vincitore, tenendo conto di gusto, originalità, impiattamento, lavoro di ricerca. Seguirà una cena su prenotazione, organizzata in collaborazione con Slow Food, nel cui menù saranno proposti i due piatti dell’Alberghiero Tonino Guerra presentati nella disfida, oltre ad un aperitivo rigorosamente biologico presentato da Natura Sì, ad alcune sorprese e ad un trionfo dolce, firmato dal pluripremiato  maestro di pasticceria di fama internazionale, Gino Fabbri.

Il 28 febbraio partirà anche la sezione del Gustacinema che coinvolgerà  alcuni ristoranti valsamoggini, in gara tra loro nella realizzazione di un piatto ispirato al tema dell’edizione 2016 di Gustacinema. I ristoranti sono:

Bazzano:

Albergo Alla Rocca

Osteria del Rivellino

Osteria Porta Castello

Enoteca La Zaira

Trattoria Carducci

Monteveglio:

Trattoria dai Mugnai

Trattoria del Borgo

 

La clientela potrà gustare i piatti dedicati al Gustacinema, inseriti nei  menù dei ristoranti in lizza, sino al 12 marzo. Chi sommerà il maggior numero di ristoranti visitati, potrà  concorrere ad un fine settimana per due persone in Austria, all’Hotel Kurschner, a Kotschach-Mauthen, offerto dall’associazione Austria per l’Italia Hotel, con le modalità che i ristoratori spiegheranno alla clientela. Una giuria esperta, stabilirà chi tra i ristoranti in gara, si guadagnerà il primo premio per il miglior piatto della loro sezione del Gustacinema.

 

Patrocinio di:

Comune di Valsamoggia, Cineteca di Bologna-   FICE Federazione Italiana Cinema d’Essai-  Università di Bologna Corso di laurea di Cinema Televisione Prodotti Multimediali- 

Museo Il Mondo di Tonino Guerra

www.movievalleybazzacinema.

 

Diritti Riservati

Baz.1503.002 (ph.Roberto Cerè) (188)

Il tempo di Movievalley

Bazzano in Valsamoggia, 14/03/15. Articolo di Katia Nobili.

Si è da poco conclusa la quarta edizione di Movievalley Bazzacinema, lasciando dietro di sé molti premi e riconoscimenti, ma anche, questa è la speranza, qualche ora di piacevole intrattenimento per il pubblico.

Quest’anno il variegato calendario comprendeva diverse iniziative, dal gastronomico Gustacinema a varie conferenze e spettacoli, tutte atte a ricordare e celebrare la figura del grande regista Federico Fellini.

Ma andiamo con ordine.

La serata di apertura, che ha richiamato un vasto pubblico, ha proposto un breve ma appassionante concerto allestito da Schola Cantorum di Manuela Borghi, in collaborazione con l’Associazione Pancaldi e la Banda di Modena. Una selezione di musiche da film, seguita dalle performance delle allieve della Scuola di Ballo Il Cigno, hanno fatto da preambolo al documentario “Tonino guerra. Viaggio luminoso di una vita”, realizzato da Adrio Testaguzza e dedicato all’autore romagnolo che tanto aveva lavorato con Fellini.

_MG_0270_DxO
preparazione alla sfilata di acconciature ispirate ai film di F. Fellini. Bazzano in Valsamoggia, 2015.

Gustacinema, spettacolo gastronomico live, che si è tenuto nella moderna ma accogliente cornice della Tenuta Santa Croce a Monteveglio, ha dato modo a due giovani cuochi, Edoardo Grassi a rappresentare l’Emilia e Lorenzo Venturelli la Romagna, di sfidare le loro abilità ai fornelli preparando due ricette ispirate ai film di Fellini. Grassi, supportato da Alberto Bettini del ristorante Amerigo, ha proposto due piatti radicati nel territorio, dove i prodotti della terra e le carni avevano il sopravvento: “Il sapore della luna”, uno gnocco ripieno di fonduta al tartufo, e “Trimalcione 2015”, un filetto di maiale farcito di verza, purè di patate, cotechino e salsiccia di cervo. Tutto diverso il menù di Venturelli, che aveva come tutor Maurizio Campiverdi di Chef to Chef: sapori delicati ma particolari per “La dolce vita”, calamaretti in letto di purea di carciofi con soia, cioccolato bianco e caffè, e “Lo sceicco bianco”, risotto mantecato al burro acido con alghe e pesce crudo. I giurati, dopo l’assaggio, si sono divisi tra amanti della tradizione e sostenitori della creatività, e hanno decretato il pari merito dei due ragazzi.

_MG_4085_DxO
I due cuochi del Gustacinema. Monteveglio in Valsamoggia, 2015.

Inoltre, per tutta la durata del festival, sette ristoranti di Valsamoggia hanno proposto sul menù un piatto dedicato a Federico Fellini: una giuria composta da giornalisti enogastronomici ha premiato come migliore la ricetta della Trattoria dai Mugnai di Monteveglio, che per qualche tempo rimarrà tra i piatti del giorno e che potete ancora assaggiare.

Hanno richiamato un pubblico più raccolto, ma sicuramente più di settore, la lettura teatrale a Villa Nicolaj, ad opera di Enrico Petronio Nicolaj, dal titolo “Lettera alle signore del maestro Fellini”, e la conferenza di psicoanalisi “Il libro dei sogni” di Fellini e il “libro rosso” di Jung,  tenuta dal professor Claudio Widmann, organizzata dall’Associazione Temenos e ospitata alla Rocca dei Bentivoglio di Bazzano.

_MG_0067_DxO
Un momento dello spettacolo di danza a villa Sapori-Lazzari. Calcara in Valsamoggia, 2015.

Il weekend finale è stato denso di appuntamenti: il venerdì sera, nella splendida cornice di Villa Sapori Lazzari, Ornella Verde e The Swan Company hanno dato vita a un meraviglioso spettacolo in cui danza classica e moderna  si sono fuse in maniera unica per riproporre, attraverso il ballo, tre dei più bei film del maestro romagnolo.

Sabato mattina, presso la libreria Carta Bianca, si è tenuto l’aperitivo letterario  “La biblioteca di Fellini: da Boccaccio a Cavazzoni”, mentre nel tardo pomeriggio al CineMax di Bazzano si sono susseguite una curiosa sfilata di acconciature (ovviamente felliniane) e la proiezione del film di Ettore ScolaChe strano chiamarsi Federico”, introdotto magistralmente dalle parole di Gianfranco Angelucci.

Domenica pomeriggio, infine, ci sono state le proiezioni dei cortometraggi finalisti del concorso Movievalley. Due le sezioni in concorso: Web Series e Fiction. Per la prima categoria, novità di quest’anno, sono state premiate con una menzione speciale le puntate pilota di “Smartfriend” di U. Barison, “Progetto Granfaro” di F. Garreffa e “F*ck the Zombies!” di D. Barbiero.

_MG_9132_DxO
Il Prof. Claudio Widmann. Bazzano in Valsamoggia,2015.

Si sono aggiudicate invece il podio per le fiction “Nel silenzio” di L. Ferrante e M. Ricca, terzo posto, “Tacco 12” di V. Vestoso, secondo posto, e “Thriller” di G. M. Albano, vincitore della quarta edizione di Movievalley Bazzacinema.

Sono inoltre stati attribuiti due riconoscimenti speciali: il Premio Fellini alla miglior sceneggiatura per “La valigia” di P. P. Paganelli e il Premio Gino Pellegrini (intitolato al famoso scenografo, che ha collaborato al festival nelle scorse edizioni e che purtroppo ci ha lasciati qualche mese fa) a “Il principe” di D. Salucci, disegni di E. Gandolfi.

_MG_0182_DxO
L’aperitivo letterario a Carta/Bianca. Bazzano in Valsamoggia, 2015.

L’organizzazione Movievalley si è impegnata al massimo per dare ai giovani autori l’opportunità di far conoscere i propri lavori, per celebrare il patrimonio gastronomico della nostra regione (nonché le specialità locali) e per offrire al pubblico un intrattenimento spensierato ma di spessore. Speriamo di aver raggiunto almeno in parte questi obiettivi e di avervi fatto passare momenti interessanti e toccanti. Appuntamento alla prossima edizione.

                                                            

 

 

 

 

Articolo di Katia Nobili e fotografie di Roberto Cerè per millecolline.

Baz.1503.002 (ph.Roberto Cerè) (113)

Movievalley verso il gran finale, con premiazione.

Bazzano in Valsamoggia (Bo). Riceviamo un articolo dalla organizzazione di MovieValley che volentieri pubblichiamo.

Prosegue il programma di Movievalley Bazzacinema Festival Nazionale di Cortometraggi, dopo la disfida del Gustacinema che si è svolta alla Tenuta Santa Croce di Monteveglio: al centro i due giovani cuochi, Edoardo Grossi -tutor Alberto Bettini dello stellato ristorante Amerigo di Savigno- e Lorenzo Venturelli -tutor Maurizio Campiverdi di Chef to Chef, associazione che annovera i ristoranti stellati-. Edoardo e Lorenzo hanno ottenuto un parimerito, guadagnando entrambi una vittoria meritatissima.

_MG_4206_DxO
Il momento dei vincitori a parimerito, MovieValley, Gustacinema. Monteveglio in Valsamoggia, 2015.

Molto intensa e coinvolgente, è stata anche la performance teatrale che si è svolta a Calcara domenica a Villa Nicolaj, dal titolo “Lettera alle signore del maestro Fellini”,di Enrico Petronio Nicolaj. Ieri nel tardo pomeriggio nell’ambito del cartellone del Festival, l’associazione Temenos ha organizzato alla Rocca dei Bentivoglio di Bazzano una conferenza di grande spessore sul Libro dei Sogni di Fellini e il libro Rosso di Jung, tenuta dallo psichiatra junghiamo Claudio Widman, altro momento prestigioso del Movievalley Bazzacinema, cui si aggiunge la piccola ma preziosa mostra ancora visitabile gratuitamente, delle opere di Tonino Guerra esposte all’Albergo alla Rocca di Bazzano.

Baz.1503.002 (ph.Roberto Cerè) (199)
Tonino Guerra nel film a lui dedicato: “Viaggio luminoso di una vita” di A. Testaguzza. Cinemax, Bazzano in Valsamoggia, 2015.

Ma torniamo agli ultimi appuntamenti di questa 4a edizione di Movievalley Bazzacinema. Il Gran finale sarà domenica 15 marzo alle 14,30 al Cinemax di Bazzano, ingresso gratuito, con la proiezione dei cortometraggi finalisti, di grande livello anche quest’anno, e le premiazioni dei migliori corti, del Premio Fellini, del Premio Gino Pellegrini e del Gustacinema, con brindisi finale per tutti. Sarà presente lo sceneggiatore Gianfranco Angelucci, che ha lavorato con Federico Fellini, il produttore cinematografico Francesco Pamphili della Film Kairos.

Baz.1503.002 (ph.Roberto Cerè) (107)
La Schola Cantorum di Bazzano in un momento dell’inaugurazione di MovieValley Bazzacinema. Bazzano in Valsamoggia 2015.

Questa giornata importante e conclusiva sarà preceduta dal pomeriggio al Cinemax (ingresso gratuito) di sabato 14 marzo alle  17, 30 con “Da Giulietta a Gradisca Sfilata  di ispirazione:  le acconciature visionarie di MOBsalons, trucco Vaentina Arcilesi. Seguita da brindisi e proiezione del film “Che strano chiamarsi Federico di E. Scola”.

_MG_4223_DxO
Ancora una immagine dal Gustacinema. Monteveglio in Valsamoggia, 2015.

Overture a questo fine settimana strepitoso (da non perdere l’appuntamento con aperitivo del 14 marzo ore 11,30 alla libreria carta Bianca di Bazzano, con   La biblioteca di Fellini: da Boccaccio a Cavazzoni ingresso gratutito) sarà il balletto di venerdì 13 marzo alle ore 21 Passo dopo passo con…Federico Fellini -The Swan Company – Scuola di danza Il Cigno. Regia e direzione artistica: Ornella Verde.Ingresso gratuito.

                                                                                                                                                                                        Maria Grazia Palmieri

 

 

La locandina dell’intera manifestazione la trovate in LOCANDINE di millecolline.

 

Testo di Maria Grazia Palmieri,  fotografie di Roberto Cerè per millecolline.