Le donne baciano meglio, il 13 dicembre, in Riserva Culturale delle Temperie

Prosegue la Stagione 2019/20 del Teatro delle Temperie

Il Teatro Temperie descrive la sua Riserva Culturale

 

Pubblicato il 28-11-2019

Barbara ha 33 anni quando scopre di essere lesbica.
Dopo anni di vita dichiaratamente etero, si trova ad aver a che fare con la sua vera natura. Da qui un percorso in compagnia di diversi personaggi, che la condurranno alla totale accettazione di sé. Il monologo comico parte da una doppia esigenza dell’autrice: da una parte il bisogno di raccontarsi, dall’altra quello di affrontare la tematica dell’omosessualità femminile, da sempre poco discussa. Ironico e stravagante, lo spettacolo tocca il tema dell’innamoramento e della metamorfosi personale, utilizzando il palcoscenico come grande camerino all’aperto. Barbara
Moselli, che allo Stabile di Genova ha recitato i grandi testi della drammaturgia internazionale, racconta in chiave comica – ma non troppo – la sua esperienza di coming out dopo mille peripezie che l’hanno restituita alla sua quotidianità serena e appagata della sua presa di coscienza.
——-

LE DONNE BACIANO MEGLIO

di e con

Barbara Moselli

regia 

Marco Taddei

costumi

Daniela de Blasio

disegno luci

Massimo Calcagno

produzione

Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse

—–

Venerdì 13 dicembre 2019 – Ore 21:00

Teatro delle Temperie

Via G. Garibaldi,56

Calcara di Crespellano, Valsamoggia (Bo)

 

 


 

Pubblicato il 21/09/2019

Entrare nella Riserva Culturale e scoprirne il Teatro delle Temperie

Un vero e proprio Manifesto Culturale contro una Umanità Vietata

E’ un grido d’allarme che si concretizza e che qualcuno inizia ad avere il coraggio di urlare, anzi, elabora pure un Manifesto Culturale di intenti: Umanità in Estinzione, è il caso del Teatro delle Temperie. E i 12 punti iniziano tutti con “Io”, quindi è una affermazione che chiede di prendere posizione, in prima persona, e non di delegare ad altri ciò che ognuno sarebbe tenuto a fare.

 

_1180231_dxo

 

Per risolvere questa situazione non più solo palpabile il teatro di Calcara propone quindi  di formare una Riserva Culturale ed invita tutti coloro che ne sentono la necessità a sottoscrivere, con la loro firma, un appello che ha un valore non soltanto teorico. E al primo punto ritorna in evidenza una parola che è il motore della trasformazione: Utopia.

 

_1180167_dxo
Andrea Lupo presenta Umanità Vietata. Calcara, 2019 (ph. Roberto Cerè)

 

 

La risposta viene data con un cartellone 2019/20 ricco di proposte e di attori importanti che, nell’insieme, avviano lo sforzo per ricucire lo strappo umanitario partendo dal palco di un teatro “di provincia”. La cosa in più che vorrei far notare è che una delle chiavi di interpretazione del cartellone proposto dal Teatro delle Temperie è l’ironia, è la risata, che colpisce come una lama a svelarne la serietà nascosta. Non più testi cupi e teorizzanti ma capacità di colpire il cuore.

 

_1180183_dxo
Margherita Zanardi presenta i nuovi Laboratori nelle Scuole. Calcara, 2019 (ph. Roberto Cerè)

 

 

Andrea Lupo ha presentato il suo manifesto davanti al suo teatro pieno e presente; ci sono buone prospettive quindi per questa nuova avventura.

 

_1180195_dxo
Alessia Rimondi presenta le nuove attività. Calcara, 2019 (ph. Roberto Cerè)

Proveremo a seguire in modo attento questa nuova avventure che è stata raccontata anche da Margherita Zanardi per le novità fra i banchi della scuola ad Alessia Raimondi per i progetti vicini e (poco più) lontani dalla Valsamoggia.

 

A seguito pubblichiamo il cartello di prosa che inizierà il 18 ottobre con Giorgio Comaschi

 

img20190920_23070290

 

Testo e fotografie di Roberto Certè per la rivista Millecolline

Tutti i Diritti Riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.