Una Tempesta in Valsamoggia: piazze in bianco e nero

Da qualche parte in Valsamoggia è passata la Tempesta

Una Tempesta in Valsamoggia, è stata la produzione per i Territori da Cucire 2019

 

Pubblicato il 08/07/2019

 

Una abbondante manciata di immagini rubate dagli angoli, dagli spigoli nascosti e fra le sedie del pubblico de Una Tempesta in Valsmoggia.

 

 

 

 

“UNA TEMPESTA IN VALSAMOGGIA” AL VIA

Mercoledì 3 luglio, alle ore 20, nella piazza Libertà di Monteveglio – Valsamoggia BO, primo appuntamento con UNA TEMPESTA IN VALSAMOGGIA esperimento per un teatro di comunità, spettacolo in 5 puntate tratto da La Tempesta di W. Shakespeare, con la partecipazione dei cittadini di Valsamoggia.
5 puntate a cadenza settimanale, ogni mercoledì, dal 3 al 31 luglio, nelle 5 piazze delle municipalità di Valsamoggia, per raccontare la storia di Prospero, del suo esilio su un’isola deserta e della sua pacifica vendetta.
Abbiamo deciso di ritrovarci ancora nelle piazze, per spezzare la solitudine e, come Prospero, scatenare insieme una Tempesta capace di mettere in discussione le nostre certezze e farci immaginare un cambiamento, un mondo nuovo.
Nessun uomo è un’isola. Non siamo nati per stare da soli. Venite a trovarci sull’Isola della Tempesta.

UNA TEMPESTA IN VALSAMOGGIA esperimento per un teatro di comunità
un progetto per la quinta edizione di TERRITORI DA CUCIRE
progetto e direzione artistica: Paola Berselli, Stefano Pasquini
direzione tecnica: Maurizio Ferraresi, Massimo Nardinocchi
organizzazione: Irene Bartolini, Paola Berselli
video: Stefano Massari, Carlotta Cicci
ufficio stampa: Raffaella Ilari
progetto grafico: Charlotte Parente
sito web: Martina Zanarini
social: Benedetta Paganini, Raffaella Ilari
documentazione fotografica: Giovanni Battista Parente

3 luglio piazza di Monteveglio
10 luglio piazza di Savigno
17 luglio piazza di Castelletto
24 luglio piazza di Crespellano
31 luglio piazza di Bazzano

 


 

Pubblicato il 10/04/2019

Dalla sede teatrale delle Ariette in via Marzatore 2781, Castello di Serravalle, Valsamoggia (Bo)

_1150732_dxo
Festa per una Tempesta, Teatro delle Ariette, 2019. (ph. R. Cerè)

I lavori per il nuovo spettacolo legato ai Territori da Cucire che il Teatro delle Ariette intraprenderà con il suo gruppo di attori, raccolti da tutta la Valsamoggia, saranno dedicati quest’anno ad un classico di William Shakespeare: La Tempesta.

_1150463_dxo
Festa per una Tempesta, Teatro delle Ariette, 2019. (ph. R. Cerè)

Il 7 aprile, presso il teatro di via Marzatore è stato presentato il nuovo progetto che diverrà itinerante questa estate nelle piazze della Valsamoggia (BO); Stefano Pasquini (Teatro delle Ariette) è stato il mattatore presentatore della giornata e ben si è fuso con il gruppo che ritorna dopo le fatiche di Itaca (un’altra isola) della stagione 2018.

_1150665_dxo
Festa per una Tempesta, Teatro delle Ariette, 2019. (ph. R. Cerè)

In un mix fra scene appena abbozzate, perché in lavorazione, anteprime con citazioni shakespiriane, doverose per seguire il canovaccio, e inserti a tema per completare la visione, legate alla contemporaneità, si è proceduto ad una presentazione corale, dove il confine fra attori, spettatori e probabili nuovi iscritti all’avventura si cancellava continuamente.

_1150583_dxo
Festa per una Tempesta, Teatro delle Ariette, 2019. (ph. R. Cerè)

Già, perchè il gruppo che preparerà questo lavoro sarà composto da attori locali che hanno già partecipato alle attività del Teatro delle Ariette ma anche da eventuali nuovi “iscritti” che si sentono di essere coinvolti in questa avventura. Tutti siete/siamo invitati a questa piazza/palco.

_1150660_dxo
Festa per una Tempesta, Teatro delle Ariette, 2019. (ph. R. Cerè)

Ma perché La Tempesta(?), perché nonostante il titolo, plumbeo, si tratta di una commedia e l’indicazione sarà un po’ come dire che da una Tempesta di emozioni e condizioni si può uscire in un modo migliorativo rispetto al precedente status quo. Certo se ne esce migliorati se si mantengono princìpi e rapporti coinvolgenti. E la serata si è svolta, con teatro e commenti, per definire tutto ciò.

_1150678_dxo
Festa per una Tempesta, Teatro delle Ariette, 2019. (ph. R. Cerè)

Molto lavoro avranno da fare nei mercoledì teatrali in cui prepareranno questo futuro itinere e possiamo star sicuri che, come l’anno scorso, ogni serata sarà diversa dalla precedente e dalla successiva, conservandosi in autonomia pur facendo parte delle “puntate” decise per raccontare La Tempesta.

_1150497_dxo
Festa per una Tempesta, Teatro delle Ariette, 2019. (ph. R. Cerè)

Lasciamo lavorare Stefano e Paola assieme ai loro attori “autocoinvolti” in questa avventura (sappiamo che da questo incontro di presentazione prenderanno ulteriori idee e considerazioni) ed attendiamo il risultato che ci verrà svelato fra pochi mesi nelle piazze di Crespellano, Bazzano Monteveglio, Castello di Serravalle e Savigno.

_1150623_dxo
Festa per una Tempesta, Teatro delle Ariette, 2019. (ph. R. Cerè)

Ad maiora semper

_1150566_dxo
Festa per una Tempesta, Teatro delle Ariette, 2019. (ph. R. Cerè)

 

Testo e fotografie di Roberto Cerè per la rivista WEB Millecolline

Tutti i Diritti sono Riservati.

 

 


 

Domenica 07 aprile si conoscerà il nuovo progetto teatrale

Festa per una Tempesta, progetto Territori da Cucire 2019

 

Pubblicato il 01/04/2019

 

Carissimi
l’estate scorsa abbiamo vissuto un’esperienza straordinaria!
Nelle piazze delle municipalità del nostro comune abbiamo presentato e condiviso con voi le cinque puntate di Un’Odissea in Valsamoggia.
Ora il gruppo riparte, si rimette in viaggio per una nuova avventura, lascia Itaca e riprende il mare aperto.

domenica 7 aprile 2019 – ore 16
al TEATRO DELLE ARIETTE
presenteremo il progetto

UNA TEMPESTA IN VALSAMOGGIA
esperimento per un teatro di comunità

Cominciamo così il percorso di creazione del nuovo spettacolo che presenteremo in luglio per la quinta edizione di Territori da Cucire.
Anche quest’anno sarete voi i protagonisti dello spettacolo, la vostra partecipazione è fondamentale.
Sono le nostre qualità, i pregi e i difetti di ognuno di noi, che fanno la ricchezza di un teatro di comunità.
Vi aspettiamo, abbiamo bisogno di voi, della vostra energia e dei vostri pensieri.

 

CARTOLINA TEMPESTACARTOLINA TEMPESTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.