Tratti di Zocca Noir a spettacolo finito

Qualcosa di più sull’edizione 2019

Zocca Noir si è conclusa con successo, parliamone

 

Pubblicato il 12/07/2019

Zocca Noir, sabato  e domenica 7 luglio 2019

 

Non ho ancora capito perché sto guidando l’auto sull’Arenata per arrivare a Zocca; certo, dicono che sia una scorciatoia per arrivare prima a Monteombraro ma io credo che sia una bufala di campagna: questa strada sembra un rollercoaster panoramico che non consente grandi velocità. Comunque ormai sono arrivato in cima.

_1160627_dxo
Sabina Macchiavelli, Zocca Noir. Zocca, 2019 (ph. R. Cerè)

Sto andando un po’ di corsa perché, come sapete, sono sempre in ritardo ( mi prende in giro anche la badante di mia mamma… ) e non vorrei perdermi l’incontro con Antonio Pennacchi previsto per questa mattina. Come avrete sicuramente capito siamo alla domenica mattina e si avvia una giornata interessante. Ok, ok c’è Vasco a Zocca e trovare il parcheggio non è troppo facile. Di corsa verso la Biblioteca e via di infilata nella Sala del Consiglio: troppo presto. Potevo andare più tranquillo.

_1160674_dxo
Loriano Macchiavelli e Paola Di Stefano, Zocca Noir. Zocca, 2019 (ph. R. Cerè)

Prenoto per il pranzo al solito ristorante fuori Zocca dove ci si incontra con gli scrittori e ci si conosce; il bello di Zocca Noir è anche che, a pranzo, puoi trovarti a sedere al tavolo vicino ad uno scrittore noto per i suoi libri e fiction televisive ma non rendertene conto, visto che ti metti a parlare di ogni cosa come se fosse un pranzo fra compagni di classe.

_1160813_dxo
Ilaria Tuti, Zocca Noir. Zocca, 2019 (ph. R. Cerè)

Certo a impegnarsi a tenere in ordine le cose ci pensa Sabina Macchiavelli che cerca di non perdere il filo di tutte le attività previste dalla rassegna mentre suo padre, Loriano Macchiavelli, tenta di tranquillizzare gli astanti sottolineando come l’organizzazione di Zocca Noir possa avere alcune lacune che, però, vengono dimenticate grazie alla tavola di mezzogiorno, davanti ad un bicchier di vino e una tagliatella.

_1160850_dxo
Andrea Cotti, Zocca Noir. Zocca, 2019 (ph. R. Cerè)

La giornata di ieri è trascorsa con un intervento di Loriano Macchiavelli intervistato da Paola Di Stefano e ne sono uscite cose che, sicuramente, hanno scavalcato i tradizionali discorsi strettamente dedicati ai titoli presentati sconfinando in considerazioni e discussioni doverosamente contemporanee. Il pomeriggio di ieri è proseguito con Andrea Cotti e Ilaria Tuti intervistati da Mauro Castelli e le considerazioni sono state altrettanto interessanti in quanto hanno necessariamente interessato la sfera sociale in cui gli autori attingono per farne una fotografia difficilmente eseguibile con altre forma di scrittura.

_1170046_dxo
Antonio Pennacchi, Zocca Noir. Zocca, 2019 (ph. R. Cerè)

Quindi attendo qualcosa di pirotecnico da un autore come Antonio Pennacchi (presente anche agli incontri di ieri) di cui potrei ammirare la semplicità esplicita visto la sua naturale spontaneità.

_1160999_dxo
Il pubblico di, Zocca Noir. Zocca, 2019 (ph. R. Cerè)

La Mattina della domenica

Che dire di Pennacchi, bisognerebbe ascoltare il suo intervento (registrato da Millecolline naturalmente) per ascoltarne le varianti sul tema; il suo ultimo libro non è propriamente un noir come lo si intende in forma classica ma, piuttosto, un noir quasi di inchiesta con risvolti amari per come ci lascia incompiuti. Io non sono un critico letterario e non ho nessuna intenzione di intricarmi in cose che non conosco ma la nostra amica Chiara Alaia sta preparando una serie di articoli (che sta terminando) e che potrete leggere sul suo blog Thrillernord per cercare di capirci di più.

_1170167_dxo
Valerio Varesi a Zocca Noir. Zocca, 2019 (ph. R. Cerè)

Il pomeriggio della domenica.

Valerio Varesi, scritore e giornalista e comunicatore ci ha tenuti inchiodati alla sedia per parecchio tempo ( me ne sono accorto al termine ) raccontandoci come attraverso la scrittura di un libro poliziesco (un tempo si diceva così, permettetemi) si possano scoprire condizioni e spaccati sociali che aiutano il lettore a navigare nel contemporaneo.

_1160900_dxo
Insalaco, Zocca Noir. Zocca, 2019 (ph. R. Cerè)

Come avete capito, Zocca Noir, è una manifestazione che va ben oltre alla presentazione del titolo di un nuovo libro stando ben attenti a non spoilerare troppo. Infatti sto pensando di individuare brevi momenti videoregistrati per darvi un assaggio di quanto si possa ascoltare in un così breve lasso di tempo: solo due giorni.

_1170133_dxo
Zocca Noir. Zocca, 2019 (ph. R. Cerè)

 

 

Testo e fotografie di Roberto Cerè per Millecolline

Tutti i Diritti Riservati

manifesto-zocca-noir-2019_web

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.